Il viaggio a Düsseldorf

Quando è nato il progetto di commercializzazione del Fascial Full™, l’unico IASTM concepito, progettato e fabbricato per risolvere il problema del sovraccarico funzionale alle mani del Fisioterapista che allo stesso tempo migliora esponenzialmente anche la qualità dei trattamenti miofasciali e connettivali, ero certo della unicità e qualità del progetto e mi aspettavo una buona risposta da parte dei colleghi che lo avrebbero provato ma non potevo nemmeno lontanamente immaginare che a distanza di 3 anni ci sarebbe stata già realizzata una interessantissima Tesi di Laurea da parte di un giovane collega (almeno un altra l’ho dovute gentilmente declinare per mancanza di tempo e lontananza), che ci sarebbe stata una evoluzione ed integrazione con la Terapia Fisica straordinaria (grazie ad una nuova importante partnership di cui ti parlerò tra poco) e soprattutto che ci sarebbero stati centinaia di colleghi entusiasti del prodotto.

Un prodotto che aveva completamente sovvertito tutti i paradigmi esistenti in materia e che ha fatto dell’Eccellenza il suo Valore!

NON uno strumento nato per “creare” una “tecnica” ma uno strumento talmente polivalente da adattarsi e “rinnovare” tutte le metodiche già ampiamente codificate e conosciute, migliorandone persino l’efficacia (con una dettaglia “Guida alle modalità operative” con molte illustrazioni pratiche fotografiche per sfruttarne da subito tutte le caratteristiche uniche);

NON un set di tanti pezzi per fare poco e nulla ma un solo strumento per ogni manovra e trattamento che si adattasse ad ogni regione anatomica;

NON uno strumento costruito con materiali a basso costo di produzione ma realizzato in una speciale lega di Alluminio che lo rende leggero, piacevole al tatto (del fisioterapista e del paziente) e Caldo;

Il tutto con il pallino e l’obbiettivo ben chiaro da centrare, l’ERGONOMIA. Che doveva essere assolutamente al centro del progetto.

Del resto, come ho scoperto in seguito con mia grande sorpresa studiando la letteratura, su PubMed c’erano e ci sono molte pubblicazioni in tal senso. E tutte molto chiare sul fatto che il Dolore alle Mani dei Fisioterapisti sia un problema diffuso e serio.

Ecco un esempio: Uno studio ITALIANO molto ben strutturato e dettagliato: http://www.ncbi.nlm.nih.gov/m/pubmed/27061697/

I dati sono davvero significativi. Pensa che per noi Fisioterapisti questo problema costituisce la seconda causa di assenza da lavoro dopo il mal di schiena. E io c’ero dentro e volevo trovare una soluzione. Per me.

Avevo questo grosso problema, io da sempre appassionato alla terapia manuale, miofasciale in particolare, avevo bisogno da tempo di qualcosa che mi facesse lavorare meglio salvando le mie articolazioni della mano che erano sempre sovraccariche a fine giornata.

Il Fascial Full™ è nato proprio dalla mia esigenza di uno strumento che fosse allo stesso tempo specifico e polivalente per determinati trattamenti e che, cosa non secondaria, mi consentisse di alleggerire o annullare il carico di lavoro alle mani. È stato il risultato di 2 anni di ricerca, curiosità e “sperimentazione” clinica sul campo.

Il Fascial FullTM è l’unico strumento IASTM con il Sistema SaveYourHands® Certificato per uso Medicale (Direttiva 93/42/CEE).

E fin qui parte della “storia”. Eravamo arrivati al mio concetto di IASTM 2.0 e poi, grazie a quella che io definisco “risonanza creativa” (il confronto di idee che porta alla sintesi di nuovi pensieri e progetti), è arrivata la proposta di “sperimentare” una nuova frontiera. Invece di creare dal nulla qualcosa che potesse assomigliare ad uno strumento miofasciale generico una affermata azienda, La Golden Star, che produce e commercializza a livello internazionale (W il Made in Italy nel mondo) la sua evoluta e tecnologica Tecar ha voluto provare ad integrare il Fascial Full™ trasformandolo in un elettrodo miofasciale.

Fascial Full Elettrodo Miofasciale IASTM 3.0

Il risultato (te la faccio breve ma abbiamo lavorato al meglio per fondere le due cose) è stato straordinario. Talmente interessante, innovativo, efficace ed efficente che abbiamo deciso di presentarlo per la prima volta, insieme alla nuova FisioWarmTM 7.0, alla fiera internazionale più importante in materia, Medica 2018 a Dusserdolf. Ed è stato un vero successo! E’ nato così Fascial FullTM elettrodo miofasciale (in esclusiva per FisioWarm), è nato lo IASTM 3.0! Terapia Manuale e Terapia Fisica all in one.

Tanto interesse per la nuova versione e tanto interesse per quella tradizionale anche all’estero. Sono davvero felice e orgoglioso di quanto fatto finora ed è uno stimolo a continuare ad innovare per i prossimi anni.

Ringrazio di cuore tutti quelli che hanno fin qui già creduto e recensito il Fascial Full™, quelli che hanno contribuito a questo successo negli anni per me davvero sorprendente.

E’ già stato un bellissimo viaggio. E non è ancora finito.

Se hai voglia di approfondire ti invito a leggere il blog e alcune delle decine di recensioni di chi lo ha già scelto come IASTM di riferimento nella pratica clinica sulla Pagina Opinioni di questo sito www.fascialfull.com/opinioni/

A presto

Luigi Pianese
Fisioterapista
Ideatore del Fascial Full™
e del Sistema SaveYourHands

Fonte FisioGo